Finalmente una svolta alla vicenda che ha visto l’incontrollata avidità di una spregiudicata imprenditrice che approfittava della disperazione e delle necessità di tante donne straniere e delle famiglie presso cui lavoravano. Gli avvocati Bruno Laudi, Clelia Alleri e Francesco Pizzuti dello Studio Legale Associato continueranno, come sempre, a battersi per ottenere giustizia e far recuperare alle donne coinvolte tutti gli stipendi.